il Mondo di Leonardo: Tra arte e scienza

il Mondo di Leonardo: Tra arte e scienza
Tutti
09/09/2020
20:45 - 22:00
Gratuito
Norme anti-Covid
L’attività si svolge nel rispetto delle misure previste dal DCPM, con il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, la presenza nei locali di gel disinfettanti e l’obbligo dell’uso della mascherina. Gli operatori si riservano di misurare la temperatura corporea dei partecipanti al momento dell'ingresso.

Disposizioni di legge
L'attività rientra nel progetto “La palestra della creatività”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia ai sensi L.R. 16 del 11/2014 (Norme regionali in materia di attività culturali) art. 30 bis, e realizzato in partnership con Unisef. “Il mondo di Leonardo: codici interattivi, macchine e disegni” è finanziato con Legge regionale n. 16/2014. Decreto del Presidente della Regione n. 33/2015. Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti manifestazioni espositive approvato con DGR 1976/2018.
Per prenotare, accetta i termini e le condizioni di utilizzo del servizio.
Per le attività in collaborazione con UNIS&F, accetta ulteriori termini e condizioni.
Se sei già registrato, accedi al sito prima di procedere.
Se non sei registrato, dopo la prima prenotazione, attendi le credenziali per accedere al sito e gestire le tue prenotazioni.

Leonardo, uomo dai molteplici interessi, ha lasciato ai posteri capolavori artistici di indiscusso fascino.

Conosciamoli e vediamo quanto il suo osservare il mondo con metodo scientifico abbia influenzato, o si sia mescolato, al suo fare artistico!

La conferenza è gratuita. Prenotazione obbligatoria causa limiti imposti dalle misure anti-covid.

Puoi seguire la conferenza anche in diretta streaming sulla pagina Facebook del PAFF!


RELATRICE

Mara Prizzon: referente del settore storico artistico dello studio associato Eupolis, studio attivo in ambito didattico, della ricerca e museale. Da sempre innamorata dell’arte e delle sue molteplici tecniche artistiche, non smette di emozionarsi davanti alle opere ed è fermamente convinta che sia importante educare al bello anche i più piccoli.