TǓK TEN, i dieci anni di cover art di Tǔk Music

Adatto a: Tutti
Dove: PAFF! Palazzo Arti Fumetto Friuli
Quando: 15/09/2021 - 21/11/2021
Orari: Come da apertura museo
Norme sanitarie
L’attività si svolge nel rispetto delle misure previste dalla legge in materia di prevenzione del contagio da COVID-19.

Disposizioni di legge
L'attività rientra nel progetto “La palestra della creatività”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia ai sensi L.R. 16 del 11/2014 (Norme regionali in materia di attività culturali) art. 30 bis, e realizzato in partnership con UNIS&Ff.

TǓK TEN è l’esposizione celebrativa della raffinata etichetta personale del trombettista e flicornista Paolo Fresu.

L’esposizione

Tǔk Music è innanzitutto il proseguimento di un delineato percorso artistico; ben suddiviso nella sua parte di pura creatività artistica e in quella frutto dei tanti anni di didattica da sempre cara a Fresu. Un progetto orientato soprattutto ai giovani e alle loro idee; cercando di aiutarli nella realizzazione di speranze e progetti, curandone la produzione, portandoli per mano nel mondo della musica e della professione, oppure anche soltanto attraverso l’aiuto nelle note di copertina del libretto informativo.

Dietro tutto questo, l’idea basilare del progetto è quella di produrre soprattutto nuovi talenti del panorama jazz (ma non solo) italiano e straniero, avvalendosi della consulenza di una rete internazionale di artisti e talent scout con i quali Fresu lavora da anni e a loro unito da una profonda e reciproca stima.

Ciò che dunque appare essenziale nel nuovo percorso di Tǔk Music, è una visione musicale coerente capace di garantire sempre e comunque creatività ad altissimo livello artistico.

Il tutto unito a una passione per l’arte visiva, per la grafica e per la fotografia che si esprime con copertine dal tratto pulito e impreziosite con opere dei più grandi illustratori italiani e grandi fotografi oltre che con un’attenzione per l’ambiente e il riciclo.

Per questo i 52 contenitori di CD esposti utilizzano carte speciali e non contengono volutamente un grammo di plastica. L’esposizione presenta anche il docufilm omonimo (regia e montaggio di Roberto Minini Merot) che racconta attraverso le testimonianze dei giovani musicisti più vicini allo spirito e al percorso dell’etichetta, di illustratori e artisti visivi, registi, tecnici di studio, grafici, uffici stampa, stampatori, del mondo della musica: una fotografia della filiera della discografia contemporanea. Il racconto vuole essere poetico, creativo, corale, per restituire la grande vitalità del jazz italiano di oggi e per riflettere sulle problematiche e le nuove realtà del mondo discografico.

Promozione

Biglietto ridotto per tutti gli iscritti ad una qualsiasi piattaforma di comunicazione (Newsletter, Whatsapp, Telegram) o Social Network (Facebook, Instagram, Youtube) di PAFF!. E’ il momento di iscriversi!